POLITICHE DEL LAVORO “LA MIA LIGURIA CHE (NON) AIUTA”

Genova -

POLITICHE DEL LAVORO

LA MIA LIGURIA CHE (NON) AIUTA”


LA REGIONE TAGLIA CENTRI PER IMPIEGO E COLLOCAMENTO DISABILI


Se in questi giorni avete un computer a disposizione, anche solo per un momento, vi suggeriamo di andare sul sito della Regione Liguria (Regione Liguria-Homepage) per rimanere sbalorditi davanti al principio che troverete enunciato a caratteri cubitali e scritto niente meno che sull’azzurro cielo di Genova:

“La mia Liguria che aiuta”.


Immediatamente sorge spontanea una domanda:


MA CHE AIUTA CHI?


Forse le 8905 persone disabili iscritte al Collocamento disabili ai sensi dell’art 1 della legge 68/99, Servizio ad elevata valenza sociale che negli ultimi due bandi di gara (quindi negli ultimi due anni) è stato selvaggiamente dimezzato, proprio da questa Regione che aiuta! con un taglio di risorse del 32% nel primo bando e del 20% nel secondo bando, uscito la scorsa settimana?

Forse i lavoratori e le lavoratrici dei servizi di orientamento, incrocio domanda-offerta, numero verde, mediazione culturale che si occupano di oltre 40.000 disoccupati (di cui i soli percettori di NASPI sono oltre 20.000), che negli ultimi due bandi hanno avuto un riduzione complessiva del 50%?

Non ci sembra…

Forse allora i 120 lavoratori e lavoratrici di questi Servizi, laureati, iper-qualificati, iper-specializzati, che ogni giorno ci mettono la faccia e l’impegno, oltre alla professionalità e alla dedizione, e ai quali viene riservato, sempre da questa fantastica Regione che aiuta, a seconda dei bandi di gara, il taglio di ore lavorative o la diminuzione del costo del lavoro che si traduce in aumento di precarietà, diminuzione dei diritti e peggioramento delle condizioni di lavoro e di vita?

Neanche questo ci sembra…

Ma forse questi 120 lavoratori e lavoratrici saranno così ben aiutati anche quando diventeranno gli utenti dei Servizi per i quali oggi lavorano?


BASTA! E’ ORA DI DIRE BASTA, DI GRIDARLO A GRAN VOCE !


NON FAREMO UN SOLO PASSO INDIETRO RISPETTO A QUELLE CHE SONO LE NOSTRE CONDIZIONI DI LAVORO OGGI!


NON ACCETTEREMO RICATTI NE’ PEGGIORAMENTI PER NOI O PER I NOSTRI SERVIZI!


BASTA CON IL MASSACRO DEL WELFARE!


CHIEDIAMO DI LAVORARE IN MODO STABILE E DI AVERE SERVIZI GARANTITI PER TUTTI E TUTTE

USB Lavoro Privato Liguria 1-2-2017