Liguria.Per la stabilizzazione diretta dei lavoratori a tempo determinato dei Centri per l’Impiego Liguri!

Genova -

Per la stabilizzazione diretta delle

lavoratrici e dei lavoratori a tempo

determinato dei Centri per l’Impiego

Liguri!

Chi siamo.

Siamo delle lavoratrici e dei lavoratori impiegati nei Centri per l’Impiego Liguri da più di diciassette anni. Dopo lunghi anni in appalto esterno o con contratti di collaborazione, l’anno scorso abbiamo superato un concorso a tempo determinato per categoria amministrativa C1, che ha conferito a 98 di noi l’idoneità a lavorare nei Centri per l’Impiego per svolgere mansioni amministrative, di orientamento e di incrocio domanda/offerta di lavoro. Questa graduatoria, che avrebbe dovuto scorrere interamente entro lo scorso marzo è, purtroppo, ancora incompleta.

Cosa chiediamo.

Naturalmente lo scorrimento della graduatoria nel più breve tempo possibile e, a seguito di questo, la nostra stabilizzazione diretta. Quello che chiediamo, insomma, è di dare dignità alla nostra professionalità e al nostro lunghissimo precariato sulla base delle novità legislative emerse nel corso degli ultimi anni. L’amministrazione regionale, in diversi incontri, si è resa disponibile a valutare, qualora fossero uscite, delle possibilità alternative al concorso pubblico. Concorso pubblico che rimane comunque necessario per assumere nuove e vecchie professionalità interne ed esterne ai Centri per l’Impiego. Un concorso pubblico che dovrà tenere in dovuto conto dei titoli e delle esperienze di quanti hanno prestato e prestano lavoro nei Centri per l’Impiego in appalto o in altra forma di consulenza esterna.

Perché chiediamo la stabilizzazione diretta.

La ragione è politica e tecnica nello stesso tempo: ci sono le condizioni legislative per poterlo fare.

  1. Tale possibilità sarebbe giuridicamente sostenibile poiché la nostra assunzione a tempo determinato da parte di Regione Liguria è riconducibile alle fattispecie previste dal D.lgs. 4/2019, articolo 12, comma 3 bis: “ la stabilizzazione delle unità di personale, reclutate mediante procedure concorsuali bandite per assunzioni con contratto di lavoro a tempo determinato, di cui all'accordo sul documento recante Piano di rafforzamento dei servizi e delle misure di politica attiva del lavoro, sancito nella riunione della Conferenza unificata del 21 dicembre 2017…); dalla Conferenza Stato Regioni del 2017 e dal contesto normativo da cui è scaturito il Bando di concorso a tempo determinato per il quale siamo risultati idonei ed infine dal decreto Direttoriale emanato da Alfa Liguria al fine di procedere alla nostra assunzione a tempo determinato da quella specifica graduatoria per operare sui CPI.

  2. Per il Protocollo d’Intesa firmato dalle organizzazioni sindacali e la Regione Toscana in cui si fa riferimento esplicito alla trasformazione diretta dei contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato.

STABILIZZARE È POSSIBILE! È UNA SCELTA POLITICA! È

UNA SCELTA DI DIGNITA’ !

Le lavoratrici e i lavoratori riuniti in assemblea il 22 maggio 2019 -

Usb P.I. Funzioni Locali - Regione Liguria